Newsletter subscribe

Motivazione

Personalità, autostima ed autoefficacia

Posted: 28/05/2010 alle 1:37 pm   /   by   /   comments (0)

La personalità rappresenta il modo abituale di agire e reagire nei confronti della vita, è l’espressione dinamica dell’Io e del suo modo di essere; l’autonomia dell’individuo e la sua capacità di rapportarsi a se stesso e agli altri con coerenza ed efficacia è direttamente correlata alla forza dell’Io e al suo equilibrio.

Una buona autostima rafforza l’Io, la sua identità e lo rende più efficace nei confronti delle sfide della vita quotidiana.

La migliore strategia per prevenire il disagio psichico, a qualsiasi età è quella di considerare l’importanza dei fattori di vulnerabilità e di autoefficacia.

I primi – scarsa autostima, dipendenza, rigidità, pessimismo – espongono il soggetto allo sviluppo di condizioni di disagio psichico rendendolo inadeguato all’apprendimento di valide strategie di adattamento.

I secondi – buona fiducia in se stessi, consapevolezza, autoefficacia – aiutano il soggetto ad acquisire gli strumenti utili a raggiungere gli obiettivi personali non solo di adattamento nei confronti della vita, ma soprattutto in termini di elaborazione positiva e creativa di un proprio progetto esistenziale.

Appare quindi evidente che l’autostima consente alla persona di formulare progetti innovativi, di trarre il meglio da sé e dall’esperienza e di valorizzazione le proprie capacità (benessere psicologico).

Attraverso un allenamento continuo – il fitness cognitivo-emotivo – è possibile favorire l’implementazione delle potenzialità della mente nei suoi aspetti emotivi e razionali.

Alcuni consigli:

  1. Essere soddisfatti del presente. Non aspettare il futuro per chiedersi cosa fare per essere contenti della propria vita; il livello di soddisfazione del presente è un indice importante di salute psicologica. Ciò presuppone anche un’analisi profonda del proprio passato per imparare a coglierne gli opportuni insegnamenti.

Inoltre è importante essere ottimisti rispetto al futuro ed imparare ad intraprendere iniziative mirate a realizzare progetti specifici per essere protagonisti della propria vita.

  1. Rafforzare la propria autostima. L’autostima è la valutazione che una persona dà di se stessa e applica a se stessa, è la conservazione di una concezione soggettiva del proprio valore e raffigura il bisogno di stabilità psicologica per affrontare il mondo. L’autostima presuppone: l’accettazione di se stessi, la soddisfazione del proprio modo di essere e di agire, la fiducia in se stessi e la capacità di affrontare con grinta i problemi della vita.

Un atteggiamento efficace procura successi personali, riduce lo stress e limita la vulnerabilità al disagio psichico (autoefficacia).

  1. Imparare ad essere Response able. La response ability è la capacità di rispondere in maniera ottimale a ciò che accade nel momento in cui accade. I Response Able danno il meglio di sé nelle medesime condizioni che paralizzano le loro controparti meno Response Able.

Le persone Response Able riescono meglio in condizioni di avversità, per loro le sfide stimolano le grandi performance, sono capaci di essere tranquille in mezzo alla tempesta, riescono ad avere più successo nella vita.

La capacità dell’individuo di essere efficace consiste quindi nel saper agire con precisione e fermezza nel preciso momento in cui occorre agire, perché dopo potrebbe essere troppo tardi. I migliori risultati si ottengono quando si è in grado di operare con efficacia nei momenti difficili, quando le scelte richiedono abilità specifiche e soprattutto quando non c’è spazio per l’incertezza.

Qualsiasi scelta, anche la più semplice, è espressione delle abilità emotive e razionali di un individuo; anche le scelte che appaiono “istintuali” in realtà riflettono anche il patrimonio cognitivo dell’individuo, la sua esperienza, la sua cultura.

Il fitness cognitivo-emotivo rappresenta una tecnica innovativa che aiuta l’individuo a meglio potenziare le abilità della mente, nei suoi aspetti cognitivi ed emotivi.

E’ questa la vera sfida della psicologia del positivo che, avendo superato i legami con il modello del patologico, si pone come paradigma fondamentale per lo sviluppo di stili di vita vincenti attraverso percorsi formativi innovativi.

L’autoefficacia personale esprime la grande potenzialità della mente umana – nei suoi aspetti cognitivi ed emotivi – di rappresentare se stessa in modo coerente, in un dinamismo continuo e positivo, in grado di rendere l’individuo resiliente e capace di progettare con forza il proprio futuro.

Prof. Ferdinando Pellegrino
Psichiatra, Psicoterapeuta, Salerno

e-mail: ferdinandopellegrino1@tin.it

Per approfondire
Pellegrino F., Personalità ed autoefficacia, Springer, Milano, 2010.

Comments (0)

write a comment

Comment
Name E-mail Website