Newsletter subscribe

Salute

Back to work: Initial promuove il servizio piante da interno per creare un ambiente lavorativo in cui respirare benessere.

Posted: 20/09/2022 alle 3:39 pm   /   by   /   comments (0)

Il working place green aiuta il lavoratore a vivere meglio la sua giornata fuori casa. Il leader mondiale nella fornitura di servizi per l’igiene e purificazione dell’aria, celebra il potere energizzante delle piante con un servizio di consulenza mirato a rendere il posto di lavoro sempre più confortevole e vivibile.

Il rientro dalle vacanze è ormai alle porte, nella testa spiagge isolate e sole, tantissimo sole e benessere tutto intorno a noi. Ma, al contrario di quanto ci si aspetti, anche l’ufficio può essere un posto in cui ritrovare benessere al termine delle vacanze. Parola di Initial, azienda leader mondiale nella fornitura di servizi per l’igiene, la purificazione dell’aria e profumazioni per ambiente, che grazie al suo servizio di piante da interno si occupa di migliorare l’igiene e aumentare il livello di benessere dei dipendenti, decorando gli spazi di lavoro in modo funzionale e con il giusto gusto estetico.

Una serie di studi[1] ha dimostrato come, all’interno di un ambiente sano e ricco di verde, i dipendenti siano propensi a lavorare fino al 12% più velocemente e dedicare il 15% di tempo in più alla loro attività principale aumentando così la loro produttività complessiva di un +16%. Predisporre un ambiente coinvolgente e permettere al proprio dipendente di sentirsi bene, sono due elementi correlati che aumentano le performance del lavoratore il quale, operando in uno spazio in cui sentirsi libero di esprimersi psicologicamente e fisicamente, riesce ad aumentare la propria produttività personale (+32%). Così un ambiente che esprime benessere permette anche una diminuzione degli incidenti sul posto di lavoro (-48%) che risulta essere più sicuro oltre che piacevole da vivere.

Così le piante e gli altri elementi d’arredo ispirati alla natura aiutano a creare un ambiente mirato a promuovere il wellbeing dei dipendenti. Scegliendo di percorrere questa direzione, Initial ha studiato un servizio green, una combinazione di piante, arte e fragranze applicabile anche in spazi open space ad alta occupazione, che permette di diminuire lo stress e di ridurre l’assenteismo dei dipendenti fino al 14%. Non solo ornamento, il verde e i fiori permettono di stimolare uno o più dei tre sistemi generale mente-corpo. A livello cognitivo aumentano la nostra agilità mentale, di apprendere e di essere creativi; da un punto di vista psicologico ci permettono di migliorare la concentrazione e la gestione dell’umore e delle emozioni. Infine, da un punto di vista fisiologico invece, decomprime la nostra muscolatura scheletrica e respiratoria stimolando il rilassamento.

Di seguito i cinque suggerimenti di Initial per rendere l’ambiente di lavoro più green e confortevole grazie all’utilizzo di piante da interno:

  1. Ad ogni spazio la sua pianta: È importante posizionare le piante e i fiori a seconda della tipologia di spazio, della luce e della presenza o meno di finestre e purificatori. La consulenza dei tecnici Initial permette di utilizzare vegetazione differente per i diversi spazi del working space (ingresso, angoli, pareti di ingresso) in modo singolo o raggruppandola (parete green nella reception, composizioni green nella sala riunione).
  2. Il sole bacia le piante: Posizionare le piante da interno vicino alle finestre così da sfruttare sia la luce che le ombre naturali. Ricoprire gli spazi interni, come l’atrio per esempio, con apposite piante da terra.
  3. Ambiente green fin dall’ingresso: Prediligere anche le piante da esterno, così da introdurre il dipendente fin dal suo ingresso in uno spazio verde. Consigliato il posizionamento delle piante anche se non sono presenti finestre.
  4. Le piante son alte, alte, alte: Nella disposizione delle piante, sia da esterno che da interno, giocare con le diverse altezze delle piante per creare delle illusioni ottiche che delimitano e organizzano gli spazi. Le piante più alte saranno posizionate vicino all’utente mentre quelle più basse andranno più lontano per effetti ottici davvero sorprendenti.
  5. La vista e gli altri sensi: Accompagnare la presenza di piante con quella di profumi ispirati alla natura, e di suoni che ricordano la natura aperta (es. playlist musicali dedicati ai suoni della natura) così da stimolare e distendere tutti i sensi.

Grazie al servizio di piante da interno di Initial, pensato per completare l’offerta dell’azienda dedicata a servizi di wellbeing, sarà possibile soddisfare il bisogno delle persone di vivere in costante connessione con un ambiente naturale aumentando il comfort fisico e psicologico e migliorando il benessere e le performance produttive. 

Luogo di lavoro e non solo. L’accesso ad un ambiente più naturale svolge un ruolo importante anche per il benessere all’interno di spazi urbani moderni sia che si parli di spazi pubblici all’aperto sia che si faccia riferimento a grandi edifici come spazi di co-working, store, centri commerciali e alberghi.  Anche in questo caso i suggerimenti di Initial sono:

  1. Un welcome verde e che lascia senza fiato: curare la zona di ingresso è fondamentale, partire quindi dal cortile e dall’atrio combinando, laddove lo spazio lo permetta, delle combinazioni di verde con dei giochi di simmetria così da rendere queste aree accoglienti e intime, esteticamente belle da vedere e vivere.
  2. L’importanza degli spazi: per scegliere le specie vegetali utili per un effetto davvero wow, è necessario capire bene gli spazi. All’interno di una hall molto grande infatti, le piante possono aiutare a rendere meno dispersivo l’ambiente, diventando alternative valide a muri e paraventi utilizzati spesso per dividere gli ambienti.
  3. Le piante dividono e organizzano gli spazi: il Ficus Benjamin, la Dracena o la Pachira possono essere utilizzati come cespugli bassi per organizzare lo spazio separandolo in zone da destinare a usi differenti.
    Questi separè naturali permettono di ottenere zone d’attesa per gli ospiti in arrivo e partenza o ancora un angolo bar o delle aree relax.
  4. La delicata accoglienza della reception: Qui la selezione delle piante deve essere molto accurata per evitare di utilizzare elementi che risultino molto invadenti. Ornare è la parola d’ordine con l’obiettivo di conferire alla reception un aspetto elegante e esteticamente perfetto, quale scelta migliore di orchidee e bonsai?
  5. La parete verticale: una soluzione mille vantaggi. La parete-giardino ha un valore estetico indiscutibile e non solo anche la possibilità di migliorare l’isolamento termico e la qualità dell’aria. La presenza di piante infatti, evitano l’irraggiamento diretto dei raggi solari e quindi la propagazione del calore. Cosa utilissima soprattutto nei periodi estivi perché, riducendo il surriscaldamento delle pareti, diminuisce anche il consumo di energia dei sistemi di climatizzazione. Le piante che compongono il giardino verticale inoltre fungono da filtri naturali assorbendo sostanze tossiche e riducendo la presenza di polveri sottili rendendo quindi migliore l’aria respirata.
  6. Destinazione wellbeing: Initial, specialista e professionista del benessere fuori casa, accompagna il servizio delle piante di interno con una serie di altri servizi mirati proprio a creare un ambiente quanto più ospitale e naturale possibile. È possibile arrivare al wellbeing assoluto con i servizi per l’igiene del bagno, per la purificazione dell’aria e anche per l’arredamento grazie a una selezione mirata di tappeti antipolvere.

[1] Fonte Ambius, Prism and Dr Kraig Knight – Universities of Exeter (UK) and Graningen (NL)

Comments (0)

write a comment

Comment
Name E-mail Website