Newsletter subscribe

Prevenzione

Calorie negli alcolici: sbagliato sottovalutarle

Pubblicato: 14/02/2013 alle 8:46 am   /   da   /   commenti (0)

Persino i più attenti alla dieta spesso sottovalutano il potere calorico degli alcolici. Eppure un mojito ha 220 kcal, le stesse di una porzione di crostata… Alla nutella! Senza contare i valori nutrizionali minimi – se non nulli – dei drink, rispetto al resto degli alimenti. Insomma, tendiamo a colpevolizzare motivatamente merendine e bevande gassate, ma dimentichiamo quanto anche gli alcolici siano responsabili dei chili in eccesso.

L’alcol sarebbe secondo solo al grasso in termini di calorie (7kcal/g contro le 9kcal/g del grasso). Gli esperti invitano dunque a non sottovalutarlo. Secondo il World Cancer Research Fund gli alcolici conferirebbero ai bevitori il 10% del totale dell’apporto calorico assunto. Le persone – conferma la ricerca – non sono affatto consapevoli delle calorie consumate con i drink, dimenticando di conteggiarle nel consumo giornaliero.

Kate Mendoza, dirigente del WCRF, avverte: “Ridurre il consumo di bevande alcoliche può avere un grande effetto sulla perdita di peso o sul mantenimento del peso forma. Inoltre riduce il rischio di cancro”. L’alcol è stato infatti collegato ai tumori al seno, intestino, bocca e fegato.
Sarebbe consigliabile per gli uomini non consumare più di 2 bicchieri di alcol al giorno, e per le donne il limite sarebbe di 1 bicchiere e mezzo. Se siete vittima della cosiddetta “sbronza” cercate di evitare alcol per almeno 48 ore, avvertono gli esperti. Dunque non ha senso bandire completamente un bicchiere di buon vino dalla tavola, ma evitate gli eccessi.

Teresa Maddalo

Commenti (0)

Scrivi un commento

Commento
Nome Email Sito web

commenti ( 0 )