Newsletter subscribe

Bellezza, Nutrizione, Salute

Uva e polifenoli, naturale elisir di bellezza

Pubblicato: 01/09/2012 alle 8:30 am   /   da   /   commenti (3)

Da qualche anno iniziamo ad associare la vendemmia alla “bellezza” e non soltanto al piacere del palato. Solo ora la cosmetica ha deciso di mettere in risalto gli straordinari poteri del frutto della vite nel riparare i danni prodotti dai radicali liberi. La nostra Vitis vinifera – l’Italia è il primo produttore al mondo – è un concentrato di acido tartarico, acido malico, zuccheri, sostanze coloranti naturali, resveratrolo e soprattutto polifenoli.

I polifenoli contrastano l’ossidazione delle LDL (lipoproteine a bassa densità)  grazie al contenuto di acido gallico e caffeico, miricetina e quercitina.  Sono in grado quindi di riequilibrare il film idrolipidico della pelle e combattere le rughe, di cui i radicali liberi sono responsabili. Mangiare l’uva ed utilizzarla come base di preparazioni cosmetiche è un metodo naturale per contrastare l’invecchiamento cutaneo e preservare l’acido ialuronico già presente naturalmente nella pelle. Di grande utilità anche nello smaltimento delle tossine alla base della cellulite. Nella Borgogna francese sono già moltissime le spa che fanno vinoterapia sfruttando i residui del post vendemmia.

I benefici della vite toccano non solo la bellezza, ma anche la salute.

Se già da tempo sono noti gli effetti anticancerogeni dei polifenoli, un recente studio dell’Università del Connecticut ha dimostrato effetti positivi di questi antiossidanti anche sul cuore degli uomini con sindrome metabolica, sul flusso di sangue, sulla pressione. La Mount Sinai School of Medicine di New York ha poi svelato il ruolo dei polifenoli nel rallentamento dell’Alzheimer, influendo sull’accumulo del peptide beta amiloide, coinvolto nell’insorgenza delle placche senili.

 

 

Teresa Maddalo

 

Foto: Spa Vinoterapia  ( www.bestbewell.com )

Commenti (3)

Scrivi un commento

Commento
Nome Email Sito web

commenti ( 3 )

  • 01/09/2012 alle 11:38 am Francesco S

    Grazie per l’articolo, molto interessante.

    Sarebbe il caso che anche in Italia cominciassimo ad apprezzare di più gli effetti benefici dell’uva e valorizzassimo la vite anche nei centri benessere..

    Reply
    • 11/09/2012 alle 5:15 pm Teresa Maddalo

      Giustissimo Francesco. Basterebbe dare un occhio agli inci delle maschere di bellezza più famose e costose. Niente è più potente di resvetrarolo e polifenoli contenuti nella nostra uva settembrina.

  • 11/09/2012 alle 10:24 am Enzo

    Un ulteriore esempio, se mai ce ne fosse bisogno, che la natura ci fornisce tutto ciò di cui abbiamo bisogno per il nostro benessere.

    Reply