Newsletter subscribe

Arte e cultura

Territorio e prevenzione

Pubblicato: 05/09/2009 alle 7:22 pm   /   da   /   commenti (0)

Si parla continuamente di benessere, prevenzione e qualità della vita: ma cosa realmente si fa per metterlo in pratica?

A tal proposito, non allontanandoci dal nostro territorio, reputo necessario evidenziare il grande interesse e la notevole attenzione di Dario Rago rispetto alle suddette tematiche. A caratterizzarne la figura, oltre alla pluriennale esperienza di Club Manager, è il suo costante desiderio di mettere a disposizione della popolazione ogni informazione utile ad ottenere una migliore qualità della vita… una finalità che, anno dopo anno, lo ha visto crescere nelle sue innumerevoli iniziative: dalla prima pietra della palestra Alexa,(unica nel suo genere per l’interesse manifestato verso i suddetti temi) alla nascita del magazine Informa per diffondere la cultura del benessere, e ancora con tutta una serie di progetti messi in cantiere che si attueranno nel prossimo quadrimestre 2009 sul nostro territorio. Come lo stesso ci riferisce “il wellness, attraverso la promozione della pratica corretta dell’esercizio fisico e l’invito a seguire uno stile di vita salutare, rappresenta un mezzo unico per garantire una migliore qualità della vita, ma affinché questo avvenga è necessario che si crei maggiore consapevolezza nella collettività!”.

Si apre così, a partire dal prossimo mese, tutta una serie di incontri con personalità di spessore atti a promuovere informazione medica per offrire ai cittadini la possibilità di acquisire conoscenze utili sulle patologie più comuni e sul come prevenirle.

L’amministrazione comunale di Pellezzano, sempre molto attenta alla crescita culturale e sociale del cittadino, non poteva rimanere indifferente a questa utilissima iniziativa promossa dall’ Alexa Wellness Club® e dal Magazine Informa e così il Dott. Aldo Napoli, in qualità di Assessore alle politiche sociali, nonché Dirigente medico presso l’Azienda Ospedaliera “Ruggi d’Aragona” e docente alla facoltà di Scienze Infermieristiche presso l’Università Federico II di Napoli, ha immediatamente accolto con favore le attività promosse, mettendo a disposizione il suggestivo eremo dello Spirito Santo a Capriglia di Pellezzano, per accogliere il secondo della serie di convegni gratuiti che da marzo si tengono sul nostro territorio, presenziato dal Prof. Ferdinando Pellegrino, noto alla comunità scientifica internazionale per gli studi condotti sulla Sindrome del Burn-Out, tema dell’incontro (stress lavorativo), molto diffuso e comune a tutte quelle professioni caricate da una duplice fonte di stress: stress personale e stress della persona aiutata.

Come ci spiega il Dott. Napoli, in qualità di medico, questa sindrome che si manifesta in quattro distinte fasi: preparatoria (entusiasmo idealistico), stagnazione (carico di lavoro e stress eccessivo), frustrazione (sentimenti di inutilità, inadeguatezza e insoddisfazione) e apatia (indifferenza per il proprio lavoro) colpisce soprattutto quelle persone che esercitano professioni d’aiuto quali educatori, medici di base, poliziotti, vigili del fuoco, sacerdoti, infermieri, insegnanti ecc. che troppo spesso, presi dai frenetici ritmi della vita quotidiana, prestano poca attenzione ai propri disturbi psico-fisici. Grave errore. Negli ultimi anni, nei sempre crescenti casi di suicidio, la sindrome del Burn-Out sembra essere tra le cause principali. Dunque la necessità di un’informazione costante, mirata e dettagliata è quanto mai indispensabile e a tal proposito, il Dott. Napoli, nuovamente nelle vesti di Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pellezzano, ci tiene a sottolineare quanto le amministrazioni locali debbano impegnarsi ad una sempre crescente diffusione dell’informazione e della prevenzione per ridurre i rischi e a mio avviso, se me lo consentite, direi anche per abbattere i costi dato che le cifre parlano chiaro, basti pensare che un semplice trattamento di cura di un soggetto iperteso che giunge in ospedale in emergenza è di circa 1100 € (Hesa-drg. versione 19° – 2006) è facile rendersi conto di quanto, patologie più complesse, gravino sull’intera società.

Di questo non bisogna preoccuparsi – ci spiega il Dott. Napoli – l’amministrazione comunale continuerà a rispondere sempre molto positivamente ad iniziative del genere perché la prevenzione e il Ben…Essere del cittadino sono il nostro obiettivo principale!”.

Dott.ssa Adele D’Angelo – redattrice Informa

Commenti (0)

Scrivi un commento

Commento
Nome Email Sito web

commenti ( 0 )