Newsletter subscribe

Editoriale

L’editore romantico.

Pubblicato: 25/08/2011 alle 2:17 pm   /   da   /   commenti (0)

…ultimo giorno di lavoro e, come sempre succede alla fine di un ciclo, bisogna fare un resoconto di ciò che è stato e programmare ciò che sarà, ma fa caldo e avverto un po’ di fatica in questo periodo. Guardo la palestra, è vuota, ne approfitto per dedicarmi al mio ultimo allenamento della stagione. Indosso pantaloncini e scarpette, salgo sul tapis roulant e lo avvio.

La mia redazione è solita definirmi l’ ”editore romantico”. E  come dargli torto, è vero. Sono un sognatore, forse dipende dal mio segno zodiacale, sono dei pesci, forse dall’indole o forse, semplicemente, dalla speranza di lasciare un mondo migliore a chi verrà, ma basta distogliermi un attimo dai miei impegni che la mente comincia a viaggiare tra ricordi e progetti da attuare, e sembra quasi che i miei piedi, più che azionare il nastro dell’attrezzo, facciano  scorrere in realtà la pellicola di un film con gli spezzoni più belli.

Lo spettacolo è davvero entusiasmante e per fortuna sono solo, perché tra un trailer e l’altro, allo specchio di fronte, scopro sul mio volto sorrisi di appagamento.

Mi emoziono nel rivivere i nostri incontri di redazione dove, programmando le operazioni da attuare per far evolvere il nostro progetto, ognuno offre il meglio di sé generando un’energia che coinvolge tutti gli altri, creando un’atmosfera unica in cui diventa addirittura facile ideare, progettare, costruire, creare, e la domanda posta in continuazione, quasi in modo ossessivo, è: cosa possiamo fare per promuovere il benessere e migliorare la qualità della vita delle persone?  Solo al pronunciare questa magica parola, benessere, gli animi cambiano, diventano più reattivi, saltano fuori idee, progetti e sinergie.

Da questi incontri nasce Informa – Ecologia del benessere: con questi pensieri prende corpo il progetto “Informa per la qualità della vita”.

Mi ritornano in mente le tante serate in compagnia di Mimmo, Ruggero e Danilo, miei compagni d’avventura sin dall’inizio, che mi offrono, instancabili, la loro amicizia, il loro supporto e la loro professionalità. Qualche volta  seduti dinanzi a una pizza, altre di fronte ad una scrivania, tracciando strade per il raggiungimento dei nostri obiettivi.

Ricordo i miei appuntamenti con il dott. Parmentola, il dott. Pellegrino, i dottori Orio, professionisti eccellenti ma soprattutto persone dotate di grande umanità, da cui traggo esempio e dei cui consigli faccio tesoro per condurre la mia attività e la mia vita.

Penso ai tanti lettori che si sono appassionati al nostro progetto, non voglio deluderli ed inizio a sfogliare  con la mente gli articoli e la grafica che la nuova rivista conterrà. Ad aprire questo numero è un ospite illustre, il prof. N. C. Battistini che rimarca la stretta correlazione tra nutrizione, attività motoria e stato di salute. L’articolo della dott.ssa C. Meoli sulla pillola del giorno dopo aiuta a fare chiarezza su un argomento attuale e molto delicato. Anche il prof. F. Orio, dedica attenzione alle donne, con utili consigli su come gestire l’attività fisica evitando di alterare negativamente il sistema ormonale.

Guardo l’articolo sulle manovre di disostruzione pediatrica e mi fa piacere pensare di aver dato un piccolo contributo alla grande opera del dott. Squicciarini che da anni tiene seminari in tutta Italia per farle conoscere. Riprendono le scuole e sono sicuro che i consigli della prof.ssa M. G. Pastore saranno d’aiuto ai tanti alunni che si apprestano ad affrontare il nuovo anno di studi, al benessere del corpo docenti invece, è dedicato l’articolo della dott.ssa A. Milone.

Spesso i nostri schemi mentali ci traggono in inganno ed il dott. S. Santori ci spiega  come difenderci meglio. La dott.ssa C. Sessa, nostro direttore, riporta con raffinatezza i risultati dell’evento Mondofitness di Roma di cui siamo sponsor e R. Lecce, amico e formatore di grande talento, ci consiglia come ricevere benessere anche dal web. Rivedo con piacere la rubrica del dott. Catello Parmentola, Corpometraggi, che tanta curiosità ha suscitato già dalla sua prima uscita. In questo numero tratta della bellezza e delle sue tante, e spesso insospettabili, dimensioni.

Guardo  tutte le persone che hanno creduto nel nostro progetto e a quanti ancora aderiranno, consapevoli che qualsiasi, anche minimo apporto, contribuirà a rendere migliore la nostra società.

<<Dario?  Dario!>> …, ed io talmente assorto  da non accorgermi nemmeno della presenza di Angelica, il nostro caporedattore.

<< Come al solito siamo in ritardo! E’ pronto il tuo editoriale? >> mi chiede preoccupata.

<<L’ho appena terminato, Angelica… l’avrei  appena terminato!>>

Unisciti a noi, partecipa anche tu ad un grande progetto di cambiamento e di diffusione del benessere, il primo a beneficiarne sarai tu.
clicca qui e scopri come.

Commenti (0)

Scrivi un commento

Commento
Nome Email Sito web

commenti ( 0 )