Newsletter subscribe

Editoriale

L’arte di amarsi

Pubblicato: 30/05/2011 alle 5:53 pm   /   da   /   commenti (0)

Arduo parlare di benessere poiché è come parlare d’amore. Si possono scrivere centinaia di liriche, ma nulla di raccontato può sostituire l’emozione di una semplice carezza accompagnata ad un tenero sguardo.

Noi di Informa lo sappiamo ed è per questo che, oltre a promuovere il benessere, attraverso le pagine della nostra rivista, vogliamo incontrare il nostro lettore, prenderlo per mano, guardarlo negli occhi ed accompagnarlo a viverla quella splendida sensazione che riempie corpo, cuore e mente di nuova linfa.

Lo abbiamo fatto decine di volte in questi anni e l’abbiamo ripetuto ancora domenica 15 maggio, riservando ad oltre settanta dei nostri lettori, un’esperienza indimenticabile, un’escursione di trekking sul “Sentiero degli Dei”, un tratto montano che s’inerpica da Amalfi, fino a Positano. Camminare a 500 mt d’altitudine, scoprire, anche grazie alla fatica, la funzionalità del proprio corpo ed apprezzarne l’efficienza. Poter spaziare con lo sguardo tra le vette alberate e la costa che, perdendosi a vista d’occhio s’immerge nella sconfinata distesa d’acqua, dove sembrano riposare placide l’isola de Li Galli e di Capri con i suoi faraglioni, instaurando una corrispondenza d’amorosi sensi tra l’uomo e la natura tanto che, ad un certo punto, è essa stessa che lo guarda teneramente accarezzandogli l’animo.

Esperienze bellissime, toccanti, ma pensare che il benessere possa essere tutto li è un po’ come credere che l’amore risieda nelle dolci, ma fugaci effusioni di due amanti che si incontrano sporadicamente.

Il benessere, così come l’amore, vive si di grandi vampate, ma sono le tante piccole attenzioni quotidiane che lo alimentano e lo fanno durare a lungo, bisogna quindi, per vivere bene, amarsi un poco in più, coccolarsi più spesso, certo la ricetta sembra scontata, ma, guardandosi in giro, si scopre facilmente che, invece, sono davvero pochi coloro che riescono a metterla in pratica.

Ma perché?

Forse perché risulta più facile amare che amarsi e a volte si trascura l’importanza di dedicare tempo e attenzione a se stessi o forse, più probabilmente, non si sa come fare. Informa nasce per questo, vuole essere una guida, una bussola che aiuti il lettore a trovare e mettere in pratica quelle piccole attenzioni verso la propria persona, permettendogli di essere maggiormente attore della propria esistenza.

Attuali e di grande interesse gli argomenti trattati in questo numero.
Non sarà sfuggita ai più la campagna pubblicitaria “Basta scuse” sull’importanza della sessualità nel benessere della coppia, abbiamo voluto approfondire l’argomento con il dott. Pecoraro. Con l’aiuto della dott.ssa Lo Sasso avremo un’arma in più per comprendere e contrastare l’insorgenza dei disturbi del comportamento alimentare (DCA). Il prof. Orio farà luce su come il marketing, talvolta, mina la salute del consumatore. La dott.ssa Pasanisi dell’Istituto Tumori di Milano rimarca l’importanza della nutrizione nella prevenzione dei tumori ed il dott. Pellegrino, trattando il benessere aziendale, introduce un’altra delle attività di Informa: i percorsi di Fitness cognitivo emotivo per imparare a gestire al meglio le proprie emozioni invece di subirle passivamente. La musica diventa terapia nelle dolci note del prof. Pantaleo e le avventure di Alex Bellini, il navigatore solitario, ci inviteranno ad abbandonare il sofà per vivere una vita più piena ed emozionante. Anche quest’anno Informa é sponsor in media partner di Mondofitness, l’evento annuale di fitness all’aperto di Roma. Prende il via la mediazione obbligatoria nella colpa medica e a spiegarci come funziona sarà il legale Danilo Ansalone. L’avvocato Aversano invece illustrerà le norme che regolano il diritto alimentare. A partire da questo numero inseriamo una novità che sarà sicuramente gradita dai lettori del benessere: la rubrica “Corpometraggi” a cura del dott. Parmentola, psicoterapeuta, che offrirà numerosi spunti di riflessione.

Da questo numero, oltre ai prestigiosi riconoscimenti già ricevuti, a riconoscere l’efficacia del messaggio di Informa, si aggiunge il patrocinio del Comune di Salerno e la registrazione della nostra rivista all’anagrafe dell’Università di Bologna.

Continuate a prendervi cura di voi gratuitamente sul nostro sito www.rivistainforma.it.

Commenti (0)

Scrivi un commento

Commento
Nome Email Sito web

commenti ( 0 )