Newsletter subscribe

Salute, Sociale, Sport

Il Kung Fu e il Combattimento dell’anima

Pubblicato: 17/12/2017 alle 4:29 pm   /   da   /   commenti (0)

Oggi vorrei parlare di un particolare combattimento, che non ha nulla a che vedere con lo scontro fisico e classico delle arti marziali, bensì rappresenta qualcosa di non tangibile, ma reale e che ognuno di noi ha vissuto almeno una volta nella propria vita: il proprio combattimento interiore.

L’essere umano tende a combattere ciò che proviene dall’esterno, ma che alla fine non esiste. Ogni sfida che ognuno di noi vive nella propria vita, nel proprio lavoro o nella propria famiglia non è altro se non la proiezione di ciò che stiamo vivendo dentro, perché dove non c’è un equilibrio c’è un disequilibrio.
Si vive tale “combattimento” dentro e fuori dalle mura della propria casa, ecco perché io lo reputo ad oggi il vero combattimento moderno, attuale e importante, in quanto viviamo in un’altra era e questa rappresenta la nostra guerra.
Ma dietro a tutto questo, a cosa può servire il Kung Fu?

In questo articolo non vorrei parlare di pugni e calci, né tanto meno entrare nel tecnico: vorrei poter spiegare a tutte le persone – qualunque sia il sesso, etnia, età, ragione sociale e impiego – cosa può donare il Kung Fu Tradizionale oggi e a cosa può servire la pratica di una disciplina così antica e apparentemente molto distaccata dai problemi sociali attuali.

Vorrei soffermarmi solo per un istante sulla parola Kung Fu, all’interno della quale si cela un significato che calza a pennello con l’articolo in questione.

Kung Fu significa “raggiungere una grande abilità attraverso il duro lavoro”. Questo fa comprendere come, nella tradizione cinese, un percorso fatto di sacrifici in cui è possibile ottenere delle abilità venga denominato con il termine kung fu. Qualsiasi sia la pratica, marziale e non.

Ora elencherò tre dei benefici che la pratica marziale è in grado di donare indistintamente a tutti:

CONSAPEVOLEZZA MENTALE

La consapevolezza è figlia del momento presente. Non vi è consapevolezza senza la presenza massima nell’istante, che sia azione o pensiero. La presenza permette di concentrare tutte le energie in quel preciso momento ed è grazie a questo che è possibile sviluppare la consapevolezza. La pratica marziale aiuta lo sviluppo costante della consapevolezza e ci permette di vedere i problemi sotto un’altra prospettiva, diventando consapevoli del vero problema per poterlo superare. Non per altro, nella pratica si arriva a un livello di consapevolezza solo dopo aver ripetuto costantemente un determinato gesto.

 

BENESSERE FISICO


Una mente sana non può vivere insieme a un corpo malato. La pratica marziale aiuta a sviluppare un corpo sano, dando i giusti mezzi per prendersene cura giorno per giorno. Questo permette una maggiore resa sul lavoro, nella propria famiglia e nella propria quotidianità. Un corpo sano sviluppa le basi per una vita migliore.

 

 

 

VISIONE

Nella pratica marziale i gesti e le movenze richiamano un’azione fisica proiettata, in un secondo momento, nella pratica di uno scontro. Ma questa visione può diventare qualcosa di più e molto più attuale. Ogni colpo, ogni sforzo possono essere un mezzo utile a superare, combattere o raggiungere uno stato interiore, piuttosto che esteriore.

Allo stesso modo, un movimento armonioso può servire a comprendere che ogni cosa nella vita ha una propria armonia. Un pugno può altresì aiutare a comprendere la propria forza, focalizzandola verso un preciso obiettivo. Mentre una spada può tagliare le nostre paure.

Bisogna discriminare le cose sotto diversi punti di vista, cambiando così la propria visione. 

Il Kung Fu Tradizionale è perciò un ottimo mezzo per poter arricchire la propria vita e per vincere quelle battaglie che spesso nascondiamo, o finiamo per evitare.

Ad oggi il Kung Fu non è solo scontro, bensì è CRESCITA PERSONALE

Maestro Luca Zara

 



Leggi anche questi articoli:

Commenti (0)

Scrivi un commento

Commento
Nome Email Sito web

commenti ( 0 )