Newsletter subscribe

Feng Shui, Rubriche

Il giardino Feng Shui

Pubblicato: 06/05/2017 alle 4:06 pm   /   da   /   commenti (0)

Il giardino ideale dovrebbe essere pianificato in base al principio del paesaggio Feng Shui: la Tartaruga nel retro della casa come protezione, rappresentato da colline, alberi alti e siepi o muri. Sul lato sinistro il Drago dovrebbe essere alberi, sul lato destro la Tigre con delle siepi piuttosto basse e di fronte la Fenice con piante basse che dà una bella vista. La cura del Feng Shui nel giardino è una fontana d’acqua che dovrebbe trovarsi sulla parte anteriore della casa che attiva e trattiene un Chi positivo, permettendogli di entrare liberamente in casa.
L’acqua corrente della fontana aiuta a riattivare un Chi stagnante, ripristina l’equilibrio della zona e produce un energia Yang. L’acqua che scorre verso la porta d’ingresso simboleggia la ricchezza e prosperità, invece l’acqua che scorre dalla casa può comportare una perdita di ricchezza o un aumento dei problemi finanziari.

Come si fa a raggiungere questo obiettivo?

Feng Shui può essere realizzato in ogni giardino, balcone o terrazzo e serve per arricchirlo di energia e trasformarlo in un luogo di rigenerazione, forza e pace. Lo scopo del Feng Shui è quello di produrre l’armonia tra l’uomo e il suo ambiente. 

Per raggiungere questo obiettivo è necessario rafforzare le forze positive ed evitare quelle negative, per poter creare ancora più armonia tra i Cinque elementi. Si presume che tutti i Cinque elementi siano già in armonia uno con l’altro, in modo che possano garantire un flusso ottimale di energia, si controllino a vicenda, nutrano e addirittura distruggano reciprocamente. 

Provate a coinvolgere nei vostro piano di realizzazione di un giardino Feng Shui i colori e gli oggetti già esistenti nell’ambiente: i muri di casa e del giardino, i mobili da giardino, i vasi ecc. Tutto questo fa da cornice per l’intero progetto con il Feng Shui. 

Per molte persone il giardino è una piccola oasi di relax dietro la casa. Serve come luogo per trovare l’equilibrio, lontano dalla vita lavorativa, stressante, rumorosa ed è considerato da molti giardinieri come un rifugio unico. La trama, il “tessuto”, la terra di ogni giardino di qualsiasi misura o grandezza sia, si può rendere armonico.

Il giardino ideale, sito nella parte posteriore della casa, protegge un ampio spazio circondato da colline, siepi, muri o alberi. Sul lato sinistro si trovano piante ad alto fusto, su quello destro piante piuttosto basse e di fronte con piante basse che permette una bella vista. 

I Cinque elementi determinano ciò che è consentito in giardino e cosa non si fa. 

Si può progettare l’ambiente circostante in modo da migliorare il flusso di energia. Questo vale sia per lo spazio interno che per quello esterno. Pertanto il Feng Shui svolge un ruolo importante nel giardinaggio. Anche qui sono i Cinque elementi – Terra, Metallo, Acqua, Legno e Fuoco – che devono essere conciliati tra loro. A ciascuno dei Cinque elementi vengono attribuiti determinati colori, piante, forme e materiali.

L’orientamento del giardino in relazione alla casa, gioca un ruolo chiave. Questo fa sì che si possa determinare quale sia l’elemento dominante nel giardino. 

Il giardino orientato verso Est e Sud-Est

Appartiene all’elemento Legno: qui crescono bene piante alte e rampicanti, ma anche il bambù e piante piuttosto vigorose come la clematide e il verbasco viola. Il Legno è rappresentato da forme rette che aspirano all’altezza. Tipico dell’elemento Legno è il colore verde, blu chiaro e turchese. Molto buono è il collegamento con il rosso: il Legno nutre il Fuoco. Inoltre, tutti i colori e le forme dell’elemento Acqua (Acqua nutre il Legno), influenzano favorevolmente l’effetto del flusso energetico del giardino orientato verso Sud Est e Est. L’introduzione dell’elemento Metallo infine (Metallo esaurisce il Legno), porterà a bilanciare l’energia. 
Il giardino orientato verso Sud

Appartiene invece all’elemento Fuoco. Qui cresceranno bene piante che si sviluppano verso l’alto, con foglie appuntite e spine. I colori ideali sono il rosso, l’arancione, il rosa, il violetto, il fucsia. Come fiori vanno bene il girasole, i gigli e le rose. Il Fuoco è rappresentato da forme a punta, triangolari, a stella e spigoli acuti. Infine, per bilanciare questi elementi è opportuna una combinazione con colori di terra come l’ocra, il beige e il marrone, materiali e/o oggetti di Legno (Legno nutre il Fuoco) e l’elemento Acqua (Acqua spegne il Fuoco). 
Il giardino orientato al Sud Ovest e Nord Est

Appartiene all’elemento Terra. Qui il terreno è più adatto per le piante a crescita piatta e i cespugli. I colori sono il giallo, l’ocra, il marrone, l’arancio (rosa e beige). Dato la Terra nutre il Metallo, si prestano anche i colori dell’oro, argento e bianco. Come piante sono adatte l’alisso, la ginestra pietra e il ginepro. La Terra è rappresentata da forme quadrate, rettangolari, piatte, basse con una superficie liscia. Per bilanciare gli elementi nella zona Sud Ovest e Nord Est possono servire tutti i colori, oggetti, materiali e forme dell’elemento Fuoco (Fuoco produce cenere che diventerà Terra) e del’elemento Legno (Legno esaurisce la Terra).
Il giardino orientato al Ovest e Nord Ovest

Appartiene all’elemento Metallo. Qui sono adatte piante a crescita tondeggiante, semirotonda e sferica, con i colori bianco, grigio e oro (giallo) che danno benefici a questa parte del giardino. In più con la combinazione del colore d’acqua come il rosso porpora, si ottiene una forma elegante. Sono opportune le piante con fiori come il sempreverde bosso (a taglio rotondo), la boragine e i narcisi. Il Metallo è rappresentato da forme rotondi, circolari, ovali e a cubo. Per bilanciare gli elementi è consigliato usare forme, oggetti, colori e materiali dell’elemento Terra (la Terra produce Metallo) e dell’elemento Fuoco (Fuoco scioglie il Metallo).
Il giardino orientato al Nord

Appartiene all’elemento Acqua. Le piante favorevoli a questo tipo di giardino sono di forma irregolare, con foglie e germogli a forma di onda e crescita irregolare. Il colori sono blu, violetto e nero, combinato con giallo e beige. L’acqua è rappresentata da forme ondeggianti e forme irregolari. Le piante sono il bosso, la nespola, il cipresso giapponese, la nocciola contorta e piante acquatiche. Per bilanciare gli elementi è opportuno usare forme, oggetti, colori e materiali dell’elemento Metallo (Metallo produce Acqua) e dell’elemento Terra (Terra riduce Acqua). 

Un giardino Feng Shui non deve apparire come un giardino cinese: è bello creare e mantenere il proprio stile personale. Perciò una riprogettazione non è necessaria. Saranno le piccole cose a portare l’energia a fluire, come dei percorsi di curve morbidi, una piccola fontana nella posizione giusta e così anche tutte le piante, le forme, i colori, i materiali e gli accessori esistenti, diventeranno uno strumento per portare un cambiamento in meglio. 

Andrea Wahl – Architetto
www.fengshuispace.net



Leggi anche questi articoli:

Commenti (0)

Scrivi un commento

Commento
Nome Email Sito web

commenti ( 0 )