Newsletter subscribe

Salute

Che cosa si intende per couperose?

Pubblicato: 21/09/2012 alle 6:03 am   /   da   /   commenti (4)

 La Couperose è un inestetismo cutaneo conseguente ad una dilatazione dei capillari e delle venule delle guance e del naso che, se frequente dà luogo a teleangectasie , ovvero la formazione di una sottile rete rosso – violacea di capillari, visibile attraverso l’epidermide.

Si manifesta sulle guance assumendo la cosiddetta disposizione ” ad ali di farfalla “ ma può presentarsi sul naso e coinvolgere una superficie piuttosto ampia del viso e tende ad accentuarsi dopo esposizioni al caldo/freddo dopo i pasti. 

A seguito di couperose si può inoltre manifestare una dermatosi che è definita acne rosacea , che può provocare manifestazioni oculari e cheratite( infiammazione della cornea) concentrandosi nella parte centrale del viso.

E’ molto diffusa ?
La Couperose interessa circa il 3 % degli italiani, uomini e donne. Viene anche chiamata “ maledizione dei Celti “ in quanto più visibile nei soggetti nordici con pelle chiara e infatti pare sia  più frequente nelle famiglie di soggetti con fototipo basso o pelle chiara.

Da cosa è provocata?
La fragilità dei vasi  è all’origine della couperose e fattori come quelli emotivi, neuro-vegetativi , endocrini e ambientali  ne favoriscono la comparsa : ad esempio  L’eccitabilità e l’emotività causano la liberazione di sostanze istaminosimili ( mediatori chimici dei fenomeni infiammatori ) e reflussi vaso dilatatori con ipermia al volto ; un’anormalità neurovegetativa causata da una digestione difficile, l’ingestione di alcolici e la stipsi ostinata sono tutte cause di infiammazione, come lo sono anche i disturbi epatici con anormalità circolatoria , la scarsità di ormoni cortico- surrenali  (mancanza di vitamina C e P) , le variazioni brusche di temperatura , il caldo ,  le radiazioni solari , l’umidità eccessiva , il vento.

Come curarla ?
Gli specialisti consigliano di :

  • Evitare l’esposizione al sole e a lampade abbronzanti , utilizzando tutto l’anno  creme ad elevato contenuto di protezione;          
  • Utilizzare prodotti cosmetici specifici per la couperose evitando quelli a base alcolica e correttori contenenti profumi o conservanti che andrebbero a peggiorare il quadro clinico ; utilizzare la sera detergenti dermatologicamente testati , che agiscono in maniera delicata per l’ assenza di saponi profumati e sostanze schiumogene potenzialmente irritanti per una pelle affetta da couperose ;
  • Seguire un’alimentazione corretta limitando l’utilizzo di alcolici , caffè ,  cibi piccanti:
  • Consultare un dermatologo prima di assumere qualsivoglia farmaco per combattere il flush ( rossore).
  • E’ importante che il paziente abbia chiaro che tecniche come la laserterapia  non eliminano il rossore ma provocano una endotelite fisica con distruzione dei vasi. Non provoca alcun rischio, se eseguita con adeguata protezione oculare e con parametri corretti. 

La laserterapia va sempre fatta con più di una seduta proprio per evitare il rischio di riformazione dei capillari .  Vengono consigliati laser selettivi dolci come il 532 KTP o il dye laser.

Se preferite contrastare la couperose con dei rimedi naturali questa ricetta semplice e voloce fa al caso vostro :

Impacchi di foglie di malva e altea o di rusco : si preparano immergendole in acqua bollente, una volta tiepide  si applicano per circa 30 min sulle zone interessate. Ripetere almeno 3 volte a settimana.

Commenti (4)

Scrivi un commento

Commento
Nome Email Sito web

commenti ( 4 )

  • 21/09/2012 alle 11:10 am Enzo

    Sarà solo un inestetismo, ma credo sia molto fastidioso per cui è meglio aggiornarsi anche su queste cose…

    Reply
    • 21/09/2012 alle 3:59 pm Giullia

      E’ proprio vero Enzo , soprattutto molte persone pensano che il rossore dipenda da sbalzi di temperatura o magari d’estate da una tintarella presa male e utilizzano creme non adatte che finiscono per peggiorare la situazione. In questi casi la prima cosa da fare è consultare un dermatologo e capire che tipo di problema ha la pelle e non sottovalutare il proprio corpo che manda segnali che a volte non siamo in grado di capire!

  • 21/09/2012 alle 4:21 pm Angelica

    Intanto nel frattempo mi segno questo:
    impacchi di foglie di malva e altea o di rusco …ne ho provate tante…vuoi vedere che tante volte trovoil rimedio giusto! Grazie!

    Reply
    • 21/09/2012 alle 4:37 pm Giulia Terralavoro

      Angelica sii fiduciosa…chissà in fondo quando non vi era la varietà di prodotti che c’è oggi per questo trattamento ,affidarsi a rimedi naturali era l’unica soluzione per apportare benefici alla pelle…facci sapere 🙂